Giornata della memoria 2018: Etty Hillesum per non dimenticare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Etty Hillesum è morta ad Auschwitz verso la fine del 1943, a ventinove anni.
Le sue lettere ed il suo diario sono stati salvati e trasformati in testimonianza.

La storia di Etty colpisce per la lucidità con la quale la giovane donna olandese affronta le vicende tragiche del suo tempo, con una resistenza interiore al male, ricercando con caparbietà e fede in Dio tracce di bene anche là dove non sembrano esistere.

Nei suoi scritti Etty non ci racconta la storia degli oppressi e degli aguzzini, ma quella della rinascita interiore di una giovane donna, il fiorire di una consapevolezza tanto profonda da permetterle di scorgere il perseguitato dietro la maschera del persecutore e riconoscere nella vittima la possibilità di emanciparsi dal proprio ruolo.
L’abisso del male e del suo mostruoso crescendo, del quale è vittima consapevole, non fa mai perdere alla Hillesum l’istinto civile, la consapevolezza che all’odio non si replica con l’odio.

L’appuntamento è per giovedì 25 novembre 2018 alle ore 21.00
presso la Libreria “Il Gabbiano” Via Torre 46 a Trezzo sull’Adda (ingresso libero)

per alcune letture liberamente tratte dal Diario e dalle Lettere di Hetty Hillesum con accompagnamento musicale

le lettrici: Antonella Boisio, Elide Crippa e Nives Manganini

i musicisti: al violino Rossella Pirotta all’arpa Giuliano Mattioli

L’iniziativa presentata dall’Associazione Mariposa, rientra nel calendario delle manifestazioni organizzate dall’A.N.P.I. per commemorare la Giornata della Memoria.

 

 

 

Precedente 25 Novembre "Istituto Bellisario" Mostra "Com'eri vestita" Successivo NUOVO SITO per Associazione "Mariposa" e "Linea d'Ascolto"